Paola Abraini regina de su Filindeu, i fili di Dio, la pasta che nessuno sa imitare

Paola Abraini regina de su Filindeu, i fili di Dio, la pasta che nessuno sa imitare
Paola con il noto chef Jamie Oliver.

Filindeu, in sardo vuol dire fili di Dio. Sono sottilissimi, dei veri e propri fili che Paola forma con le dita di una mano e con l’altra allunga con un movimento dolce, armonico e poi all’improvviso brusco. Un piccolo cilindro d’impasto trasformato in fili: semola di grano duro, acqua e acqua salata. È una delle paste più rare al mondo. A chiederla vengono dal Giappone, dall’Arabia e dalle Americhe. Impossibile per ora produrlo su scala industriale (la Barilla provò a chiederle dei consigli).

roberto sacchetti - programmatore wordpress