La ricetta Vistanet di oggi: lenticchie in umido. Perché si mangiano a Capodanno?

La ricetta Vistanet di oggi: lenticchie in umido. Perché si mangiano a Capodanno?

La ricetta: lenticchie in umido, un piatto simbolico ricchissimo di proprietà nutritive. Perché si mangiano a Capodanno?

Come da tradizione a  Capodanno si mangiano le lenticchie. Perché? Si dice che mangiare le lenticchie a Capodanno porti fortuna e quindi la notte di San Silvestro, da sole o accompagnate da zampone o cotechino, si mangiano questi legumi.

È un’usanza molto diffusa in Italia, una tradizione vera e propria e si pensa che appunto le lenticchie siano di buon auspicio e rappresentino la speranza di prosperità a livello economico per l’anno che sta arrivando. Ovviamente questa tradizione si e poi modificata di regione in regione e soprattutto le ricette per mangiare questo legume a Capodanno sono le più svariate.

La leggenda nasce nell’antica Roma quando un tempo era abitudine regalare, proprio per l’arrivo dell’anno nuovo, una borsa di cuoio chiamata Scarsella, legata alla cintura e piena di lenticchie. L’augurio che si faceva chi riceveva questa Scarsella era che tutte le lenticchie si trasformassero in monete.

Il nome lenticchie deriva dal latino lens, che significa lente ed è legato alla forma del legume che è appunto rotondeggiante e piatta e che, allo stesso tempo, ricorda quello di una moneta.

Le lenticchie sono note per il loro elevato potere nutritivo. Sono una buona fonte di proteine e di carboidrati complessi; sono inoltre molto ricche di ferro, fosforo e vitamine del gruppo B.

Grazie all’elevata quota di fibre e alla scarsa quota di grassi (di tipo insaturo) sono valide alleate nella lotta e nella prevenzione dell’ateriosclerosi. Sono, inoltre, utili in caso di stitichezza.

Hanno buone proprietà antiossidanti; contegono infatti flavonoidi e niacina. Grazie al contenuto di tiamina, aiutano la concentrazione e la memoria.
Le lenticchie non contengono glutine e sono quindi adatte nella celiachia.

Ingredienti

250 grammi di lenticchie

1 costa di sedano

1 cipolla piccola

1 carota

100 grammi pomodorini datterini

Pomodoro secco

Prezzemolo

Sale

Olio extra vergine di oliva

Preparazione

Prepararle è semplicissimo. Preparate un trito di cipolla, pomodorini datterini, prezzemolo, carota, sedano e pomodoro secco, fate soffriggere con olio extravergine d’oliva. Aggiungete le lenticchie, acqua e fate cucinare per una quarantina di minuti. Servitele calde con un bicchiere di buon rosso.