La ricetta Vistanet di oggi: petza imbinada, un piatto medievale

La ricetta Vistanet di oggi: petza imbinada, un piatto medievale

Sa petza imbinada, la carne al vino, è una ricetta molto antica. Se ne parla addirittura nel condaghe di Santa Maria di Bonarcado (come suggerisce l’antropologa Alessandra Guigoni) nel XII secolo.

Sa petza imbinada si fa con la polpa magra, lasciata a macerare nel vino, un po’ d’aceto, sale e semi di finocchietto selvatico, anche se molti ci mettono il pepe.

Ingredienti per 4 persone:

  • 1 kg di carne di maiale magra
  • 1 spicchio d’aglio
  • semi di finocchietto selvatico
  • pepe nero macinato q.b.
  • vino bianco
  • 1 bicchiere di aceto di vino

Tagliate a pezzi la carne, mettetela in un recipiente e copritela con il  vino in cui avrete aggiunto uno spicchio d’aglio, aceto e i semi di finocchietto.
Lasciate la carne completamente immersa in questa marinata, per un giorno e una notte, in un luogo fresco.

 

 

Il giorno dopo togliete la carne dalla marinatura e asciugatela con un panno da cucina ben pulito. Filtrate la marinata e mettetela da parte.
In un tegame, con quattro cucchiai di olio, fate leggermente soffriggere uno spicchio d’aglio tritato finemente, unite la carne e fatela ben rosolare; quindi, bagnate con qualche mestolo della marinata, salate, pepate e portate a cottura, a fuoco moderato e a tegame semicoperto. Durante la cottura, se necessario, bagnate con altra marinata.  Servite ben caldo con una bella bottiglia di vino rosso.