Gli strafalcioni dell’italiano a Cagliari: da “magazzeno” a “dozzena”, senza dimenticare “ched’è”

Gli strafalcioni dell’italiano a Cagliari: da “magazzeno” a “dozzena”, senza dimenticare “ched’è”

E quando a San Benedetto vi propongono una “dozzena” di uova di quaglia? Che i cagliaritani facciano un uso disinvolto dell'italiano è risaputo, che abbiano espressioni con copyright, tipo brutta voglia al posto di nausea o canadese anzi che tuta, anche. Ci sono però alcuni errori diffusissimi, da far impallidire i linguisti, che ci rifiutiamo di correggere, perché il cagliaritano, si sa, parla un po' come vuole.