La Cagliari che non c’è più: “Ajò a tuffare”, negli anni ’50 e ’60 i tuffi dal ponte de Sa Scaffa

La Cagliari che non c’è più: “Ajò a tuffare”, negli anni ’50 e ’60 i tuffi dal ponte de Sa Scaffa

In questa immagine della metà degli anni ’60, di una Cagliari ancora sotto l’effetto del boom economico, un gruppo di giovani “ingiogazzati” si tuffa dal ponte in cemento, uno dei tre ponti che per un certo periodo hanno convissuto a Sa Scaffa. All’epoca l’acqua era limpida e pulita e i ragazzi andavano a fare il bagno a un passo dalla città. Ma alla fine degli anni ’80 il ponte è stato demolito.

La Cagliari che non c’è più: il colle con Villa Clara, quando intorno non c’era il parco



In questo scatto il colle di Monte Claro con l'edificio che adesso accoglie la biblioteca comunale, un tempo Villa Clara, residenza del direttore della clinica psichiatrica. Intorno alla villa non c'è nulla, un panorama molto diverso da quello attuale con i campi