Figlio mio la gabbia è pronta: il covid è tornato, ti prego non chiedermi di chi è la colpa

Figlio mio la gabbia è pronta: il covid è tornato, ti prego non chiedermi di chi è la colpa

Si può dire a un ragazzino che deve rinunciare a vivere perché altrimenti i suoi adorati nonni possono morire? Tre mesi chiusi in casa, poi l'estate, il mare, la bici, gli amici: la libertà dei 12 anni. Poi tutto ricomincia. Dovremmo dirgli sempre la verità, ma noi questa volta non abbiamo il coraggio

Brutto incidente in viale Poetto: un ferito grave al Brotzu



Per segnalare notizie, Contatta la redazione!