Sardi famosi: Nanni Loy, uno dei registi italiani più geniali

Sardi famosi: Nanni Loy, uno dei registi italiani più geniali

Grande regista, sceneggiatore e attore, Nanni Loy, all'anagrafe Giovanni Loy, nasce a Cagliari il 23 ottobre 1925. Conosciuto come uno dei migliori registi italiani del Novecento, il suo cinema di denuncia, nel ventennio 1970-80, regala capolavori indimenticati come "Detenuto in attesa di giudizio" o pellicole di crudo realismo come "Café Express" e "Mi manda Picone"; quest'ultimo consacrò come attore Giancarlo Giannini e trionfò ai David di Donatello del 1984.

Sardi famosi: Emilio Lussu, partigiano, antifascista e grande scrittore



Dopo l'armistizio è uno dei capi della Resistenza romana e, finita la guerra, entra a far parte, nel 1945, del governo Parri e del successivo primo governo De Gasperi. Deputato, senatore, dirigente nazionale dell'ANPI, di Emilio Lussu, oltre che dell'impegno politico è bene accennare a quello di scrittore, ricordando almeno il suo Teoria dell'insurrezione, edito in Francia nel 1936, il saggio Marcia su Roma e dintorni e quello che è unanimemente considerato un capolavoro letterario, ma che di fatto rimane il suo manifesto politico: Un anno sull'altipiano.

Change privacy settings