Tertenia. Alla scoperta della vecchia miniera di Bau Arenas

Tertenia. Alla scoperta della vecchia miniera di Bau Arenas
miniera tertenia

Nel 1938 la Società Libiola investì ingenti capitali per togliere definitivamente le miniere dall'isolamento: venne costruita una strada che collegava le miniere all'orientale sarda, una laveria dotata di impianto di flottazione e una teleferica che consentiva il trasferimento dei minerali dai cantieri di monte alla laveria posizionata a valle.

Catalina Lay, la levatrice seuese condannata per stregoneria dall’Inquisizione



Venne giudicata a Sassari nella piazza “Carra Manna” nel 1583 con l’accusa di essere una strega. Dopo varie torture confessò di essere colpevole di tutti i capi di imputazione. Catalina Lay fu condannata a duecento frustate, oltre ad altre umilianti pene, e incarcerata per sei anni. Nel suo paese natio è ricordata nel percorso museale Sehuensis in “s’ Omu ‘e Sa Maja”, dove alla levatrice è dedicata una sezione in cui è ricostruita e narrata la sua storia. Affinché il triste destino di Catalina e di tante altre vittime dell’Inquisizione non venga cancellato dall’oblio del tempo.