Processo per la morte di Re Furio: gli imputati parlano di colica, gli animalisti insorgono

Processo per la morte di Re Furio: gli imputati parlano di colica, gli animalisti insorgono
Foto associazione Horse Angels ODV

Secondo la Procura di Sassari, il purosangue inglese, campione e detentore di tantissimi titoli è morto di stenti, alimentato e dissetato saltuariamente. La difesa replica: "E' morto per una colica"

Re Furio, morto di stenti dopo aver vinto premi su premi: al via il processo ai proprietari



Il purosangue inglese, dopo una vita di corse e premi prestigiosi in tutta Italia, viveva abbandonato a se stesso in un podere nelle campagne di Sorso. Qui è morto di stenti