www.vistanet.it

Gli abitanti di Sant’Elia protagonisti della rinascita del quartiere con il progetto “RigenerAzione urbana”


Valorizzare il quartiere di Sant’Elia coinvolgendo i suoi abitanti con le loro idee e la loro partecipazione diretta. È l’obiettivo principale del progetto “RigenerAzione Urbana”, cofinanziato dalla Fondazione con il Sud e dalla Fondazione Giulini, coordinato dalla cooperativa sociale La Carovana in collaborazione con Università di Cagliari,  Teatro di Sardegna, Cooperativa Sant’Elia 2003, Associazione Eutropian, Centro italiano per la promozione della mediazione e Iknoform. La presentazione alla stampa si è svolta stamane al Lazzaretto.

Proseguendo il lavoro già avviato negli ultimi anni dal Comune di Cagliari (nuovo lungomare, porticciolo per la piccola pesca, piste ciclabili, ecc.), e dalle iniziative legate alla realizzazione del nuovo stadio da parte della società del Cagliari Calcio, il progetto intende portare avanti le seguenti iniziative: riqualificazione dei luoghi pubblici aperti, creazione di nuovi luoghi d’incontro, azioni di inclusione, innovazione sociale e resilienza urbana, nuove opportunità formative e di accompagnamento alle micro-imprese sociali, scambio di buone pratiche internazionali; e ancora, attività sociali e servizi alla persona, formazione professionale dei cittadini del quartiere e progetti imprenditoriali ad alto impatto sociale. La prima fase del progetto è durata sei mesi, ed ha visto una serie di azioni sul territorio, valorizzando ciò che già è stato fatto e facendo emergere criticità sulle quali lavorare. I cittadini hanno messo per iscritto sogni, idee, programmi, criticità e possibili soluzioni dalle quali ripartire. 

Azioni concrete, dunque, che favoriscano l’integrazione sociale ed economica dei residenti di Sant’Elia: i progetti di riqualificazione, infatti, li vedranno direttamente coinvolti, creando così opportunità di lavoro in un quartiere con un tasso di disoccupazione del 39% (contro il 19% del resto di Cagliari).