Un vino sardo fra i migliori 100 al mondo. Si tratta di una miscela fra Cannonau, Sauvignon gallurese e Sangiovese

Un vino sardo fra i migliori 100 al mondo. Si tratta di una miscela fra Cannonau, Sauvignon gallurese e Sangiovese

Si chiama Tìros ed è prodotto della cantina Siddùra di Luogosanto. La miscela fra Sangiovese, Cannonau e Sauvignon della Gallura è l’unico vino made in Sardinia fra i cento migliori vini del mondo selezionati dalla “World Rankings of Wines & Spirits report”, una sorta di mondiale del vino in cui i più affermati e autorevoli giornalisti, scrittori e influencer dell’enologia internazionale hanno valutato quasi 800mila etichette.

 

Oltre Tìros, che ha conquistato 152 punti piazzandosi all’84esimo posto, presenti nella top 100 solo altre tre cantine italiane. «Il fantastico risultato del nostro Sangiovese e Cabernet Sauvignon secondo noi può mettere in discussione il concetto stesso di vino autoctono prodotto in Sardegna – spiega all’ANSA Massimo Ruggero, amministratore delegato di Siddùra -. Pensiamo di aver creato un ‘super sardus’ che ha colto i benefici del terroir della vallata di Siddùra».