www.vistanet.it

(VIDEO) Allarme ecologico al Poetto: deteriorati i sacchi di plastica messi anni fa per frenare la sabbia


Foto di Valerio Piga

A denunciare la situazione è Carola Farci che recatasi in loco questa mattina si è rimboccata le maniche per rimuovere un po' di detriti. 

È allarme al Poetto di Cagliari per il deterioramento dei sacchi di plastica che anni fa furono posizionati in molti punti della battigia per frenare l’avanzata del mare.

I sacchi si stanno via via disfacendo a causa dell’erosione del mare e i frammenti che si separano dal corpo principale del sacco, per lo più dei filamenti, finiscono o in mare o nell’arenile.

A denunciare la situazione è Carola Farci che recatasi in loco questa mattina si è rimboccata le maniche per rimuovere un po’ di detriti.

«La situazione è così da mesi, e pare che le istituzioni non se ne stiano preoccupando – spiega -. Però non si può più aspettare. A decine sono già in mare, le altre si distruggono sul bagnasciuga, lasciando fili di plastica ovunque.
Oggi ne ho buttati 28, ma ce ne sono decine, forse centinaia. Serve che tutti diamo una mano: chi può andare al Poetto vada e ne raccolga qualcuno, chi va a nuotare, surf, windsurf, sup, canoa, cerchi di recuperare quelli sparpagliati in mare. Spero che i responsabili paghino. Intanto noi rimbocchiamoci le maniche: come sempre tutti insieme ce la faremo».

 




ARTICOLI CORRELATI